Dai Panama Papers allo scandalo LuxLeaks, dal Datagate alle rivelazioni di WikiLeaks: senza i whistleblower non avremmo forse mai saputo dell’elusione fiscale di politici e potenti del mondo grazie ai paradisi fiscali o dei programmi di sorveglianza di massa attuati dalla Nsa, la National Security Agency americana. Fonti che hanno rivelato documenti segreti “perché il mondo deve sapere”.

Persone che poi hanno deciso di uscire allo scoperto, come Edward SnowdenChelsea Manning o Antoine Deltour.

Cittadini additati come eroi dalla opinione pubblica ma perseguitati dagli Stati colpiti che hanno presentato loro il conto. Resta il fatto che tutte le grandi inchieste degli ultimi dieci anni non sarebbero state possibili senza le rivelazioni di whistleblower e senza la cooperazione tra giornalisti di tutto il mondo che si sono associati per analizzare, contestualizzare, verificare e raccontare il contenuto di milioni di documenti che senza questo lavoro non avrebbero significato nulla. (AGI)

Commenti

comments