1414395114615.jpg--

Grande imbarazzo per la senatrice Pd Stefania Pezzopane. Nel 2014 aveva scritto la prefazione alla terza edizione del libro «Malabellavita» firmato da Gennaro Bonifacio (45 anni), detto Rino, ex narcotrafficante accusato due volte di associazione di stampo mafioso (poi assolto). Tra i primi a importare l’ecstasy in Italia, il narcos ha scontato tre condanne per un totale di 18 anni di vita passati in carceri diverse.

E’ di oggi, sul Corriere.it, la notizia che Bonifacio non si è redento. L’articolo dal titolo “La finta redenzione del trafficante che riempiva le navi di cocaina” parla di un narcotrafficante arrestato per l’importazione di 118 chili di cocaina dalla Colombia.

Allora, attaccata da Libero.it, la Pezzopane accusava la  “macchina del fango”: “Sono stata io stessa, a inizio mese, ad annunciare un progetto culturale sulla figura di Bonifacio, una persona che ha fatto molti errori in passato, ma che ha anche pagato con il carcere. Quello di Bonifacio non è l’unico caso di ex detenuto che seguo”.

Cosa ne penserà ora  la senatrice dem?

di Maria Cattini

Commenti

comments