abruzzoopenday

Oltre 27mila i post condivisi dagli utenti su Twitter, Instagram e Facebook su Abruzzo Open Day che hanno potenzialmente raggiunto più di 11,6 milioni di persone. Instagram il social più utilizzato, con oltre 15mila post condivisi, calamitando l’attenzione di quasi 6 milioni di persone e superando il milione di like. Secondo Twitter, con più di 9.300 tweet che hanno scaturito quasi 10mila interazioni tra like e retweet e raggiunto circa 5,9 milioni di persone. 28mila le interazioni su Facebook.

Sono questi i dati emersi in occasione dello Slot #OPENDAYABRUZZO: lo storytelling che emoziona, promosso dal Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione Abruzzo, svoltosi nei giorni scorsi a Firenze, nell’ambito di BTO – Buy Tourism Online, l’evento di riferimento in Italia sulle connessioni tra turismo e innovazione.

La ricerca condotta da Travel Appeal, che ha misurato l’impatto e il “traffico” online generato da Abruzzo Open Day sui canali social tra metà ottobre e inizi di novembre, ha evidenziato inoltre che Pescara e L’Aquila sono state le destinazioni in cui gli utenti hanno maggiormente geolocalizzato i post condivisi, nonché le città più citate sui social network, seguite da Chieti, Teramo e Ortona. Su Instagram, largo successo per i post condivisi da Rocca Calascio, seconda solo a Pescara.

Proprio Pescara si colloca in alta posizione, al tredicesimo posto tra 51 province italiane, anche nella classifica generale degli Oscar della Destinazione Turistica, assegnati dai turisti stranieri che hanno visitato la nostra penisola nel 2015. L’analisi, presentata al BTO e condotta da Andrea Guizzardi e Annalisa Stacchini dell’Università di Bologna, con il supporto scientifico del CAST – Centro Avanzato di Studi sul Turismo di Rimini, restituisce una pagella dei territori sulla base di valutazioni di oltre 400.000 turisti stranieri che Banca d’Italia ha rilevato negli ultimi 6 anni con un’indagine alle frontiere.

Rispetto alle dinamiche (di breve e lungo periodo) della soddisfazione del turista, la provincia di Pescara sembra sia riuscita a ridurre il gap tra quanto promesso dalla destinazione e quanto riscontrato dal turista, conciliando in modo efficace le campagne di brand image, il posizionamento e l’effettiva offerta di servizi turistici. Nelle classifiche per segmenti di offerta turistica, Pescara eccelle per cortesia e qualità (2° posto) e per cibo e cucina (4 ° posto).

Fa da eco a questi dati anche l’importante riconoscimento attribuito a Pescara da Trivago, il più autorevole motore di ricerca europeo per viaggi ed eventi, che la colloca nella Top Ten delle migliori città in cui trascorrere il Capodanno 2017.

Un interesse, quello per il nostro territorio come meta per festeggiare la fine dell’anno, cui ha contributo anche Abruzzo Open Day Winter. Le frequenze di ricerca su Google per “Abruzzo”, soprattutto dalla metà di Ottobre, sono aumentate rispetto allo stesso periodo del 2015 in media del 15% nella categoria Viaggi e di circa il 20% nella categoria Hotel e alloggi. Notevole in particolare proprio la crescita nelle ricerche per “Capodanno in Abruzzo”, grazie all’effetto traino generato da AOD che raggiunge così l’obiettivo di stimolare i turisti a tornare nella nostra regione.abruzzoopenday

È sull’onda di questi successi che la Regione Abruzzo sta lavorando affinché l’attenzione sulla nostra regione resti alta, mettendo a sistema le iniziative legate alle tipicità del territorio che possono rendere davvero uniche queste festività, per proporre un Capodanno all’insegna delle esperienze più autentiche.

Da qui l’invito alle DMC e agli operatori turistici a far pervenire le proprie proposte per il periodo che va dal 28 dicembre al 6 gennaio, al fine di promuoverle attraverso i canali istituzionali della Regione: sui siti www.abruzzoturismo.it e www.opendayabruzzo.it, sull’app “Abruzzo Events”, nella Fan Page Visit Abruzzo, sui canali twitter e Instagram e attraverso l’attività di Ufficio Stampa regionale e la Redazione Web Turistica regionale.

Saranno inserite in calendario e promosse le iniziative che sapranno interpretare lo spirito di Abruzzo Open Day: favorire il turismo esperienziale, la partecipazione attiva dei viaggiatori, la possibilità di vivere a pieno il nostro territorio.

Commenti

comments

Tags: